Gratuitamente…

Incontro del 10 ottobre

… non siamo giustificati dalle nostre opere o dai nostri sforzi, ma dalla grazia del Signo­re che prende l’iniziativa. I Padri della Chiesa, anche prima di Agostino… San Basilio Magno rimarcava che il fedele si gloria solo in Dio, perché «riconosce di es­sere privo della vera giustizia e giustificato unicamente mediante la fede in Cristo». Il secondo Sinodo di Orange ha insegnato con ferma autorità che nessun essere umano può esigere, meritare o comprare il dono della grazia divina, e che tutto ciò che può coopera­re con essa è previamente dono della medesima grazia: «Per­sino il desiderare di essere puri si attua in noi per infusione e operazione su di noi dello Spirito Santo». … [Anche il Concilio di Trento:] «Si afferma che siamo giustificati gratuitamente, perché nulla di quanto precede la giustificazione, sia la fede, siano le opere, merita la grazia stessa della giustificazione; perché se è gra­zia, allora non è per le opere; altrimenti la grazia non sa­rebbe più grazia (Rm 11,6)». Ci sono ancora dei cristiani che si impegnano nel seguire un’altra strada: quella della giustificazione mediante le proprie forze, quella dell’adora­zione della volontà umana e della propria capacità, che si traduce in un autocompiaci­mento egocentrico ed elitario privo del vero amore. Si manifesta in molti atteggiamenti apparentemente diversi tra loro: l’ossessione per la legge, il fascino di esibire conquiste sociali e politiche, l’ostentazione nella cura della liturgia, della dottrina e del prestigio della Chiesa, la vanagloria legata alla gestione di faccende prati­che, l’attrazione per le dinamiche di auto-aiuto e di realizzazione autoreferenzia­le. In questo alcuni cristiani spendono le loro energie e il loro tempo, invece di lasciarsi condurre dallo Spirito sulla via dell’amore, invece di appassionarsi per comunicare la bellezza e la gioia del Vangelo e di cercare i lontani nelle immense moltitudini assetate di Cristo. (da Gaudete et Exsultate P.Francesco)
Il foglietto: Parte A Parte B

Lascia un commento