Quanto sei contestabile…

Incontro del 17 gennaio

Quanto sei contestabile,
Chiesa, eppure quanto ti amo!
Quanto mi hai fatto soffrire,
eppure quanto a te devo!
Vorrei vederti distrutta,
eppure ho bisogno della tua presenza.
Mi hai dato tanti scandali,
eppure mi hai fatto capire la santità!
Nulla ho visto al mondo di più oscurantista,
più compresso, più falso
e nulla ho toccato di più puro,
di più generoso, di più bello.
Quante volte ho avuto la voglia
di sbatterti in faccia la porte della mia anima,
quante volte ho pregato
di poter morire tra le tue braccia sicure.
No, non posso liberarmi di te, perché sono te,
pur non essendo completamente te.
E poi, dove andrei?
A costruirne un’altra?
Ma non potrò costruirla
se non con gli stessi difetti,
perché sono i miei che porto dentro.
E se la costruirò, sarà la mia Chiesa,
non più quella di Cristo.
Sono abbastanza vecchio per capire
che non sono migliore degli altri.
Nessuno di noi è credibile
finché è su questa terra…
La credibilità non è degli uomini,
è solo di Dio e del Cristo. – fratel Carlo
Il foglietto: Parte A Parte B

Lascia un commento