Tengo mutuo…

il poco onorevole Antonio Razzi

Io non sono una merce, sono una …
Antonio Razzi, settembre 2010.

Un paio di mesi fa, in occasione dei primi “distinguo” futuristi e dei primi tentativi berlusconiani di campagna acquisti, il deputato di Italia dei Valori, Antonio Razzi, rieletto all’estero, in Svizzera, per un secondo mandato, ergendosi a sdegnato testimone di moralità,  rilasciava una serie di video-interviste per denunciare i più vari approcci finalizzati a convincerlo al “salto della quaglia”. Tra gli argomenti più allettanti – rivelava – oltre alla rielezione sicura e a un vice-ministero, anche l’offerta esplicita di saldare un mutuo di 150.000 euro.

Passano una manciata di giorni e il “piatto” per Razzi deve essere diventato irresistibile.  Razzi ci ripensa, fa un triplo salto mortale con avvitamento carpiato, si traghetta nella nota impresa di riciclaggio e trattamento “Noi Sud” di Iannaccone Arturo da Avellino e si prepara a votare la fiducia a Berlusconi. “Hanno fatto ammalare mia moglie. Nessuno mi filava più.”

Al lettore, dunque, il gusto di scoprire la parola mancante nella citazione riportata in testa, traendola dall’ascolto della video-intervista settembrina qui sotto riportata:

2 pensieri riguardo “Tengo mutuo…

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.