A guardar sotto la tonaca …

Dunque “Operazione Chiesa”, in Belgio: ‘blitz’ della polizia con relative perquisizioni nell’ambito dell’inchiesta sulla pedofilia in quel Paese.

Ovvia, immediata, stizzita, reazione del Segretario di Stato Card. Bertone («inaudito» «vescovi sequestrati per nove ore, senza bere nè mangiare» «Non ci sono precedenti, nemmeno nei regimi comunisti», ecc.).

Immediato, pure, l’intervento di Avvenire (il giornale della CEI) così come prontissimo l’articolo di Vittorio Messori (vedi Repubblica del 27 us) indugiante tra la messa in ridicolo dell’azione della Polizia, l’analisi storico-social-religiosa del Belgio e la conclusione finale volta a spiegare il duplice, ineluttabile, motivo di quanto accaduto (indovinate un po’?): la solita avversione anti-romana e la dissoluzione dell’unico collante valido per l’umanità, la cattolicità. Facile prevedere la ‘solita’ ridda di reazioni dei ‘soliti’ schieramenti contrapposti … !

Facciamo un passo indietro.

Mi domando: perchè mai la Polizia belga, impegnata nell’inchiesta su Chiesa e pedofilia, non potrebbe pensare necessaria l’esecuzione di un ‘blitz’, peraltro eseguito in modo non violento contro esponenti della Chiesa (contrariamente a quanto recentemente accaduto sulla nave di Greenpeace… )?

Il Card. Bertone o il buon Messori pensano forse – come il loro buon amico Berlusconi pensa delle intercettazioni – che la polizia avrebbe dovuto chiedere ‘permesso’ o ‘per piacere’ o ‘avvertire prima’ quei probi cardinali (o ordini religiosi … ) che, da anni, stanno ‘coprendo’ questa vergognosa realtà, impedendo, di fatto, di far giudicare dallo Stato i responsabili/pedofili?

In Belgio è complice anche chi aiuta a garantire l’impunità!

Il Card. Bertone o il buon Messori pensano, forse, di essere in Italia? Pensano che quei cardinali avrebbero dovuto, loro (!), ‘concedere’ qualche appuntamento (tra un impegno e l’altro, come è prassi del nostro Premier …) salvo, ovviamente, qualche legittimo, improvviso impedimento (… celebrare Messa, ungere gli infermi, pregare… )? Pensano, in Vaticano, che la Polizia avrebbe dovuto portare un paio di pizze? Qualche bibita? Generi di conforto? Chissà … !

Avendo risposto al ridicolo (ma niente affatto sprovveduto …) articolo del pio Messori con quello più facéto (mio), passo ad un’altra domanda, di natura ‘tattica’: a chi giova ridicolizzare quanto accaduto? alla magistratura belga o alla Chiesa?

Pur ammettendo che la magistratura abbia ‘preso un granchio’ o (in tema di Mondiali… ) ‘fatto un autogol’ (ma solo e limitatamente alla ‘spettacolarizzazione’ del ‘blitz’), io penso che il vantaggio principale sia proprio della Chiesa cui, adesso, non parrà vero di poter ( … finalmente … ) re-interpretare la parte della ‘vittima’ («Non ci sono precedenti, nemmeno nei regimi comunisti», il complotto, la persecuzione … ) e, da vittima, potersi togliere qualche ‘sassolino’ dalle scomode  scarpe  fiamminghe e, soprattutto, finalmente tornare ad usare quei toni sopra le righe cui ci ha abituato da tempo e che si erano un po’ sopiti, ultimamente, per sfortunate contingenze … !

Non le parrà vero di poter ‘distogliere l’attenzione’ dal vero problema, la pedofilia (!), cui è giornalmente chiamata a rispondere, mettendo in campo ‘scontri’ diplomatici (che, almeno in Italia, si risolvono sempre con un do ut des a suo esclusivo vantaggio…!), stracciandosi le vesti, mostrandosi ‘risentita’ ed ‘offesa’ dal trattamento riservato ai suoi Principi ed alla sua Podestà … !

Chi ha osato tanto?

Povera Chiesa … !

In questo momento i suoi vertici si sforzano di apparire sereni, fiduciosi e ‘pronti’ a collaborare con lo Stato (pur mettendo avanti le mani con le ‘doppie’ procedure ed i ‘dovuti’ tempi …!).

Da cinici carnefici, professano misericordia alle (loro … ) vittime, per le quali “pregano” ed assicurano “cura e compassione”. Provano a rassicurarsi e a tranquillizzare le (loro …) vittime dicendosi pronti al perdono (…ma di chi ?), ad effondere amore, ma le loro notti sono insonni per un comune, persistente, temporalissimo pensiero: risarcimento, risarcimento, risarcimento …. !

Povera Chiesa … !

Non c’è niente di più terrificante, per essa, della perdita del dio-Denaro/Potere !

Povera Chiesa …!

Un pensiero su “A guardar sotto la tonaca …

  • 28 Giugno 2010 in 23:09
    Permalink

    Desidero socializzare (stimolato dall’ultimo rigo dell’articolo di Massimo) quello che mi ha scritto un amico, a proposito del contenuto di un precedente articolo:

    “l’unica Chiesa che resta nei secoli, e che resterà fino alla fine, è la Chiesa dei poveri, la Chiesa di Gesù; tutto il resto passerà e nessuno si ricorderà che è esistita una Chiesa dei Potenti, se non per deprecarla.”

    Riusciremo ancora ad affacciarci, di nuovo, in una stagione di forte speranza?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.