May, 25th. Da Apicio a Carletto, my friend

Giornata speciale martedì 25 maggio per gli appassionati della cultura senza C maiuscola, ma anche per gli sfaccendati, i curiosi, le “cape fresche” o quanti vorranno ritagliarsi un paio d’ore di refrigerio  mentale in questa grigio, bagnato e desolato maggio avellinese.

Si comincia  alle 9,30 (diciamo 10, fuso orario locale…) al Museo Archeologico Irpino di Corso Europa, con il convegno  “La funzione sociale dei musei in rapporto al territorio: analisi delle potenzialità di sviluppo.”

“Il convegno”, leggo dall’invito, “intende declinare il tema dell’ armonia sociale in funzione del ruolo che dovrebbero avere i musei in relazione allo sviluppo socio-economico del territorio.” Utopia? Delirio? Presunzione? O qualche spiraglio, qualche bella esperienza, almeno altrove, c’è davvero e val la pena di essere raccontata ed imitata?

“Obiettivi dell’incontro – continua l’invito, sono la promozione del museo – oltre che come contenitore culturale e conservatore del patrimonio – come importante strumento del welfare, funzionale allo sviluppo della società civile e della diffusione della conoscenza e della coesione sociale. Durante la giornata di studio all’interno del museo si svolgerà un programma di visite guidate ed animate destinato a grandi e piccoli e sarà possibile visitare lamostra-percorso sull’alimentazione in epoca romana “Alla tavola di Apicio” in programma presso il Museo Irpino fino al 31 maggio 2010, con percorsi guidati e piccole degustazioni.”

Alle 20, invece è la volta del compagnuccio di banco mio, Carlo Crescitelli, che da “Camarillo Brillo” , il nuovo locale di Michele Acampora in via Mancini, presenta L’antiviaggiatore , la raccolta dei suoi ironici, divertenti e sfigati appunti di viaggio già in parte assaggiati a puntate sulle pagine di Buongiorno Irpinia. Come si legge nel sito di Oltrefrontiera, il negozio pluriuso di Carlo, “funesteranno educativamente la serata (…) video di dubbio gusto: Nell’Artico in calzoni corti, Bretagna mia Bretagna in fiore, gelide Svalbard, cupe Far Oer, triste Nord Atlanticoe  discutibili selezioni musicali a tema: Gong, Pink Floyd, Bjork, Toto Cutugno.L’ ingresso e l’uscita sono  liberi, gratuiti, piacevoli ed indolori.”
A stasera, Carlo!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.