Le arance della salute (civile)

Le hanno chiamate ‘Arance metalmeccaniche’ i ragazzi di Rifondazione, facendo il verso al film di Kubrick. Ma tranquilli: nessun operaio incazzato in tuta bianca devasterà nottetempo qualche  villino borghese, o mangerà bambini, abbeverando il radiatore della sua ” 2cavalli” alla Fontana dei Tre Cannuoli. Qui di violento non c’è proprio nulla, tutt’altro. L’idea è la più bella e pacifica che ci sia. Con un po’ di coraggio avrebbero potuto chiamarle “Arance falce e martello”. E’ che mai come stavolta la solidarietà di classe, la falce degli agricoltori e il martello di Cipputi si incrociano e si danno forza a vicenda. L’idea è semplice e straordinaria insieme: si acquistano a prezzo equo le arance di una cooperativa agricola che produce arance biologiche su terreni sottratti alla mafia, le si vende a un prezzo più alto, ma non impossibile (3 chili a 5 euro) e si fa fifthy-fifthy: 2 euro e mezzo ai contadini, due euro e mezzo agli operai in difficoltà, in una solidarietà del lavoro, in cui il surplus di marxiana memoria ce lo mettono i volontari nei banchetti di vendita in strada e col passa parola.

Le arance sono buonissime ed hanno il profumo e il sapore buono della giustizia sociale, della solidarietà e della legalità. Sono “tarocchi”, ma lo dichiarano: non come le tante ‘balle’, queste sì davvero ‘taroccate’, di chi prima ha negato la crisi – e l’ha spacciata per psicologica – e adesso parla di una ripresa che vede solo lui, ed i direttori di TG a lui genuflessi, nei festini con gnocche e champagne.

Un pensiero su “Le arance della salute (civile)

  • 15 Marzo 2010 in 22:10
    Permalink

    Non so perché, ma la “nomination” alla più grande presa per il culo diffusa oggi, mi sembra proprio la notizia secondo cui (stando alla sua dichiarazione dei redditi) il Parlamentare più povero, fra Camera e Senato, è il Ministro Tremonti: avrebbe guadagnato solo 39.000 Euro in un anno.
    Una domanda mi angoscia: potrà permettersi le arance?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.