Figli, figliastri e truppe d’assalto (Convergenze parallele 2)

binario

La ‘misericordia’ del Papa, dopo i lefevbriani negazionisti, si estende (come i virus …) agli anglicani. Meglio, anche a quella parte del clero anglicano sposato che potrà, così, esercitare il ministero sacerdotale in ambito cattolico pur con mogli e figli.

Con un comunicato londinese congiunto dell’Arcivescovo di Canterbury, Rowan Williams, e dell’Arcivescovo cattolico di Westminster, Vincent Nichols, si è ufficializzato il varo di un’apposita «Costituzione apostolica». Con ‘opportune’ norme ad hoc si istituiranno «Ordinariati personali» (cioè le comunità anglicane ‘riammesse’ si riferiranno al loro vescovo e non a quello diocesano). Tale privilegio è, oggi, appannaggio della sola Opus Dei, che ha una propria prelatura. Inoltre, i sacerdoti anglicani sposati riammessi alla Chiesa di Roma potranno, secondo il testo creato da Ratzinger, essere ordinati sacerdoti cattolici.

Tutto bello, tutto buono. W l’unità delle Chiese. Avanti così. Finalmente, una ‘normale’ notizia ‘cristiana’. Ma cosa sarà mai accaduto a Sua Santità? Folgorazione sulla via di S. Pietro (Damasco è lontana …)? Improvvisa apertura all’oggettiva realtà? Modernismo? La scarlattina ha colpito ancora ?

Tranquilli, nulla di nuovo sotto il cielo. Nonostante la notizia rappresenti, comunque, una buona notizia (… lo Spirito, comunque, soffia …), a ben guardare, c’è (purtroppo) anche dell’altro …

C’è, ad esempio, che l’Indomito Condottiero delle Forze del Bene, Sua Santità (‘SS’ B_XVI) continua a pensare di essere in guerra contro le Forze del Male che ‘assediano’ la Cittadella Divina, di cui è strenuo difensore con i suoi ‘fidi’. E quindi, come nelle migliori saghe del genere, la politica del Condottiero è quella di ‘raccogliere intorno a sé’ quanti più Paladini della Fede pronti alla pugna, purchè rispondano a pochi, semplici, requisiti. Quali? Quelli della trita triade «credere-obbedire-combattere» che, per il Vaticano, si traduce in: 1- spergiurare fedeltà a ‘SS’, 2- ‘pensare’ da cattolico adulto (=far pensare altri al proprio posto) e, soprattutto, 3- ‘fare numero’ (=più siamo, meglio picchiamo!).

Un maligno catto-dissidente come me, a questo punto, si chiede (così, tanto per procurarsi quel po’ di sano dolore ‘purificatore’ alle parti basse …):

1)- Ma che differenza c’è tra un sacerdote sposato anglicano ed un prete sposato italiano? Mistero.

2)- Perchè un prete cattolico che si è sposato deve abbandonare il ministero, con tutti i problemi conseguenzialmente legati, e all’altro, invece, viene ‘concesso’ di esercitare il ministero sacerdotale, in ambito cattolico, pur con mogli e figli? Mistero.

3)- La Dottrina della Chiesa è da intendersi (…finalmente …), ‘relativa’? Mistero.

4)- Oppure, e qui rasento la cattiveria, non sarà che ‘SS’ stia ‘coagulando’ intorno a sé il ‘meglio’ dell’ultraortodossia, da qualsiasi parte provenga (turandosi anche il naso, se il caso …) ‘purkè faccia numero’, contro i ‘cattivi’ da lui segnalati, ovviamente e amorevolmente, come tali?

Perchè è fuori dubbio che anche i ‘ri-accolti’ anglicani (come i lefevbriani …) rappresentano l’ala ortodossa e tradizionalista che, nella Chiesa anglicana, rifiuta l’ordinazione di donne e omosessuali, oltre che le nozze tra persone dello stesso sesso. Ecco, dunque, i ‘soliti’ tabù della Chiesa cattolica (donne e sesso). Quindi, ben (ri)tornino tutti quei ‘figliol prodighi’ che la pensano come SS&C. . Chissenefrega, poi, se si tratta di lefevbriani negazionisti, anglicani sposati o, caso mai, impuniti ed impunibili puttanieri (pardòn, “utilizzatori finali”) con qualche carica pubblica.

Dio ama tutti coloro che lavorano per la Sua vigna!

Ce lo siamo scordati? E la Chiesa ce lo ricorda! La Santa Madre Chiesa!

Ci sono LEGGI diverse? E si riscrivono, che diamine! Con qualche norma ad hoc per ‘giustificare’ ogni ‘fatto’ e ‘fattaccio’.

Perchè COSÌ è la legge. QUESTI i legislatori. Questo il MODO di legiferare in nome di un ‘dio’, altro da DIO.

Stupidi (!) noi cristiani e quanti non se ne fossero (… ancora …) accorti!

Massimo De Vinco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.